Dall’ascolto empatico alla comprensione di sé: teoria e pratica dell’empatia

MARZO 2018

Il Seminario sarà dedicato ad approfondire la componente pratica dell'ascolto, attraverso una introduzione teorica degli elementi fondamentali del Counseling e con l'ausilio di esercitazioni pratiche di condivisione e sviluppo della consapevolezza nell'ascolto. Poche motivazioni nell’esperienza umana sono tanto potenti quanto il desiderio di essere capiti. Essere ascoltati significa che veniamo presi sul serio, che le nostre idee ed i nostri sentimenti vengono riconosciuti e che, in definitiva, ciò che esprimiamo ha un valore.

Il desiderio di essere ascoltati e compresi è il desiderio di sfuggire all’isolamento e colmare la distanza che ci separa dagli altri, significa quindi tendere le mani e cercare di superare il senso di separazione dal mondo, ovvero rivelare cosa abbiamo nella mente e nel cuore sperando di essere compresi.
Ottenere tale comprensione dovrebbe essere facile, eppure non lo è. Purtroppo oggi rare sono le persone che sanno ascoltare veramente, e questo è causa di tanti fraintendimenti e disagi relazionali.
L’essenza di un buon ascolto è l’empatia, che si può ottenere soltanto mettendo da parte la preoccupazione per noi stessi ed immedesimandoci nell’esperienza dell’altra persona.
In parte intuizione e in parte impegno: questa è la materia prima dei rapporti umani.
L’empatia di un ascoltatore, il fatto che capisca ciò che intendiamo dire e che lo dimostri, instaura un legame di comprensione che ci unisce a qualcuno che tiene a noi confermando con ciò che i nostri sentimenti sono riconoscibili e legittimi.
Il potere dell’ascolto empatico è quello di trasformare una relazione.
Quando sentimenti profondi ma inespressi assumono la forma di parole che vengono condivise e ci ritornano chiarificate, il risultato è la rassicurante sensazione di essere compresi ed un senso di gratitudine per la condivisione di calore umano con la persona che capisce.
Se l’ascolto irrobustisce le nostre relazioni cementando i legami reciproci, esso fortifica anche la nostra auto-consapevolezza. In presenza di un ascoltatore ricettivo siamo in grado di chiarire ciò che pensiamo e scoprire ciò che sentiamo. Per questo, raccontando la nostra esperienza a qualcuno che ascolta, siamo in grado di ascoltare meglio noi stessi.
In questo Seminario saranno trattati i seguenti temi:
• Elementi costitutivi di base del Counseling e dell'ascolto attivo
• Come facilitare nel cliente una migliore comprensione di sé e dei suoi vissuti interiori
• l'ascolto come base per lo sviluppo di una relazione di fiducia tra counselor e cliente
• Ascolto e consapevolezza
Laboratori esperienziali: durante i laboratori di gruppo saranno svolti esercizi per migliorare la propria consapevolezza nell'ascolto e nella comprensione di sé.

DATE E LUOGHI

  • SEDE TOSCANA: 24-25 marzo 2018- Docenti: Manola Farabollini, Tanya Zakharova
  • SEDE LOMBARDIA: 24-25 marzo 2018  - Docenti: Manola Farabollini in Live streaming, Daniela Scuderi, Andrea Boni
  • SEDE EMILIA: 24-25 marzo 2018  - Docenti: Manola Farabollini in Live streaming, Daniele Tozzi
  • SEDE VENETO: 24-25 marzo 2018  - Docenti:  Manola Farabollini in Live streaming, Fabio Manfredi
Telefono: 0587 733730
Fax: 0587 739898
Mobile: 320 3264838
Copyright © 2017 Centro Studi Bhaktivedanta - Tutti i diritti sono riservati