• i seminari contrassegnati con questa stellina sono quelli disponibili anche in streaming, cioè possono essere seguiti comodamente da casa sia in diretta che on demand (successivamente alla diretta, quando è più comodo all'utente).

Calendario seminari in Toscana

  • 28 e 29 Gennaio 2017 - Live Streaming dalla sede di Ponsacco: docente per la parte teorica Andrea Boni - Aspetti avanzati di Colloquio di Counseling Relazionale I
  • 18 e 19 Febbraio 2017 - Etica e morale: counseling e deontologia
  • 18 e 19 Marzo 2017 - Aspetti avanzati di Colloquio di Counseling Relazionale II
  • 8 e 9 Aprile 2017 - Counseling relazionale e leadership del benessere
  • 6 e 7 Maggio 2017 - La leadership del perdono
  • 17 e 18 Giugno 2017 - Live Streaming dalla sede di Ponsacco: Seminario di Marco Ferrini - Dallo Yoga al Counseling
  • 1 e 2 Luglio Counseling Sedi unificate a Ponsacco con Sessione di Tesi Sabato 1 Luglio, mattina - Seminario esperienziale: esercitazioni pratiche e laboratori di condivisione (pomeriggio)

Toscana

27
March
2017

Counseling relazionale e leadership del benessere

Sabato 8 e Domenica 9 aprile 2017 - Docente: Andrea Boni, Tanya Zakharova, Daniele Tozzi

Il sapere olistico dell'India classica fornisce principi che possono essere calati efficacemente nel contesto operativo di qualsiasi ambito relazionale del terzo millennio, perché la sua piattaforma base è costituita delle migliori conoscenze, strategie, tecniche e pratiche che consentono lo sviluppo armonico della persona e quindi prosperità nella vita. La figura del leader autentico coincide con quella di colui che opera con obiettivi realisti e ispirati a un orizzonte di senso superiore e pertanto vincente. Si tratta di un processo in cui per raggiungere il graduale cambiamento è fondamentale il ruolo della volontà che, se ispirato da valori elevati, consente di portare progressivamente il soggetto agli obiettivi prefissati e contestualmente permette l'armonizzazione delle sue dinamiche interiori, guidandolo verso una vera realizzazione delle sue enormi potenzialità latenti. Lo Yoga, nella sua accezione autentica di millenaria memoria, è la base di tale cambiamento e il filo conduttore di tutte le azioni nel teatro della vita del leader. Per il vero leader il successo non è mai fine a se stesso, ma conseguenza del suo progetto di sé. In tal senso, il leader autentico necessita di possedere conoscenze e metodi che favoriscano concretamente ed efficacemente il raggiungimento armonico del successo interiore ed esteriore, l’integrazione della sua coscienza, la conciliazione degli opposti, l’armonizzazione degli elementi inconsci con l’io ed il sé, fino a costituire un rapporto integrato e proficuo, in quanto completamente appagante, tra sentimento e pensiero, intuizione e ragione, profonde istanze inconsce e razionalità operativa, fino all’esperienza concreta e totalizzante del rapporto con piani superiori di realtà.

In questo seminario verranno trattati i seguenti temi:

  1. gli ostacoli che deve affrontare un leader nel suo percorso personale e professionale e quindi gli strumenti in mano al Counselor per poter intraprendere con efficacia un intervento di aiuto in questo contesto.
  2. come imparare ad ascoltare emozioni e bisogni di sé e del proprio interlocutore; il leader è colui che è capace di relazionarsi efficacemente con qualsiasi tipologia comportamentale, perché è capace di coglierne i bisogni ed i talenti e quindi valorizzare le risorse esplicitate o latenti
  3. esercitazioni in role-playing per prendere consapevolezza delle basi relazionali e quindi le aree di miglioramento per una comunicazione ed una relazionalità efficace.

Luogo: Toscana

27
February
2017

Aspetti avanzati di Colloquio di Counseling Relazionale II

Sabato 18 e Domenica 19 marzo 2017 - Docente: Andrea Boni, Tanya Zakharova

Il Colloquio di Counseling relazionale, con approccio Bhaktivedanta, richiede presenza, centratura, ascolto attivo, capacità di rimanere in osservazione per favorire nel cliente una ottimale elaborazione dei contenuti e il proprio corretto posizionarsi in merito alle sue relazioni e modalità comunicative. In questo senso, è molto importante acquisire competenze diversificate nell'ambito della consapevolezza di sé, del colloquio e della capacità di accompagnare il cliente con empatia e presenza. L'empatia non deve sfociare in una pericolosa risonanza, e l'accompagnamento dovrebbe sempre essere impostato nell'ottica di favorire l'avvio di un cambiamento, da creare insieme. Counselor e cliente creano il cambiamento, insieme, in una danza empatica verso la consapevolezza.

In questo seminario saranno condivisi gli aspetti più avanzati del colloquio di counseling, con l'obiettivo di favorire quanto sopra analizzando gli aspetti di maggiore criticità che possono verificarsi in un incontro.

Esercizi specifici di Laboratorio consentiranno la messa in pratica dei contenuti teorici attraverso simulazioni, condivisioni, role playing.

Luogo: Toscana

30
January
2017

Etica e morale: counseling e deontologia

Sabato 18 e Domenica 19 Febbraio 2017 - Docente: Tania Zakharova e Luciano Besi

L'aspetto etico è qualcosa con cui il counselor è chiamato a confrontarsi nel quotidiano, sia dal punto di vista strettamente professionale, sia da un punto di vista che lo riguarda in primis come uomo e cittadino. Questo modulo si pone l'obiettivo di gettare le basi per una comprensione ampia della tematica, offrendo anche nozioni e strumenti concreti per poter affrontare situazioni che non raramente vedono implicato chi opera nella sfera della relazione di aiuto.
Si prenderà in considerazione il rapporto dell'individuo con le proprie tendenze e con l'ordine insito nel creato e nel mondo civile e, passando per l'analisi di assunti tipici della filosofia morale, si analizzeranno questioni pratiche, connesse anche alla modalità con la quale dovrebbe operare il Counselor in situazioni e contesti “critici”, in cui possono essere toccati gli stessi valori sui quali si è formato l'operatore. Sarà dedicato un apposito spazio anche allo studio della deontologia che riguarda la professione del Counseling.

Luogo: Toscana

19
December
2016

Aspetti avanzati di Colloquio di Counseling Relazionale I

Sabato 28 e Domenica 29 Gennaio 2017 - Docente: Andrea Boni, Daniele Tozzi

Il Colloquio di Counseling relazionale, con approccio Bhaktivedanta, richiede presenza, centratura, ascolto attivo, capacità di rimanere in osservazione per favorire nel cliente una ottimale elaborazione dei contenuti e il proprio corretto posizionarsi in merito agli schemi presenti, consci o inconsci. In questo senso, è molto importante acquisire competenze diversificate nell'ambito della consapevolezza di sé, del colloquio e della capacità di accompagnare il cliente con empatia e rigore. L'empatia non deve sfociare in una pericolosa risonanza, e l'accompagnamento dovrebbe sempre essere impostato nell'ottica di favorire l'avvio di un cambiamento, da creare insieme. Counselor e cliente creano il cambiamento, insieme, in una danza empatica verso la consapevolezza.

In questo seminario saranno condivisi gli aspetti più avanzati del colloquio di counseling, con l'obiettivo di favorire quanto sopra analizzando i punti di maggiore criticità che possono verificarsi in un incontro.

Esercizi specifici di Laboratorio consentiranno la messa in pratica dei contenuti teorici attraverso simulazioni, condivisioni, role playing.

Luogo: Toscana

02
December
2016

Come liberarsi da dipendenze e condizionamenti?

Sabato 10 e Domenica 11 Dicembre 2016 - Docente: Marco Ferrini

Perché è più facile sviluppare una cattiva abitudine rispetto ad una buona?

Perché diventiamo dipendenti da ciò che ci fa male piuttosto che da ciò che ci fa bene?

Perché non riusciamo a liberarci da spiacevoli tratti caratteriali?

Spesso ci abituiamo a vivere di ombre, di dipendenze, tanto da limitare la nostra capacità di movimento, di pensiero, di sentimento, di iniziativa, di creatività..., come se fosse una condizione di vita naturale. Possiamo dunque cogliere l'occasione di questo seminario per capire meglio:

  • Qual è l’origine delle dipendenze. Perché diventiamo dipendenti da qualcosa o da qualcuno.
  • Come riconoscere i nostri condizionamenti e liberarcene.
  • Perché operiamo scelte anche contro il nostro interesse, come se non fossimo noi a decidere.

Cosa siamo disposti a fare per riconquistare la nostra libertà, riscoprire le nostre risorse e diventare la migliore espressione di noi stessi? Potremo imparare insieme, alla luce della Psicologia e la Spiritualità dello Yoga, a trasformare i condizionamenti da limiti ad aperture su nuove prospettive di conoscenza e di azione.

Cosa ti porterai a casa? Strumenti pratici per star bene con te stesso, fare un lavoro profondo, purificando quella dimensione del corpo sottile che non risponde ai comandi della mera razionalità.

Le tematiche che contribuiranno ad arricchire il tuo modo di vedere:

  • Il cambiamento: diventare autonomi, oltre dipendenze e attaccamenti.
  • Liberazione da pensieri disturbanti e della coazione a ripetere.
  • L'influenza dei condizionamenti nella psiche profonda.
  • L'origine delle tue tendenze: gestirle ed evolverle.
  • La direzione da dare ai tuoi desideri.
  • L'introspezione e la pratica meditativa per divenire consapevole del tuo mondo interiore: ascoltarti e percepirti.
  • L'appagamento profondo vissuto nella quotidianità.
  • Insegnamenti che aiutano a raggiungere il grande traguardo della libertà interiore.

Una citazione di Marco Ferrini per riassumere lo spirito e lo scopo del seminario:

"Il segreto della vita è compiere esclusivamente azioni che puoi ricordare con gioia e fierezza. Ma prima che la memoria sia popolata solo di ricordi appaganti, ispiranti, c'è un grande lavoro da fare: lavorare prima di tutto sui tuoi desideri. Le Upanishad dicono: la persona non è che desiderio. Così come desidera, così ella diventa, anche suo malgrado"

Luogo: Toscana

14
October
2016

La Scienza della Meditazione per lo sviluppo della consapevolezza e del potenziale umano

Sabato 12 e Domenica 13 novembre 2016 - Docenti: Tanya Zakharova, Luciano Besi

Qual è lo scopo della meditazione? In che modo e verso quale direzione dovremmo convogliare il potere dell'immaginazione e della visualizzazione per acquisire maggiore consapevolezza del nostro potenziale interiore?Nei Veda è scritto: “Come i raggi del sole permettono a persone altrimenti cieche di vedere il mondo, allo stesso modo i devoti del Signore, bramani colti e saggi, poiché hanno realizzato Vishnu e la sua illuminata dimora, possono rivelare agli altri questa suprema Verità”. Nei testi indovedici si spiega che gli occhi di per sé non riescono a vedere la Realtà, rimangono piuttosto abbacinati dal mondo delle apparenze; gli occhi di prakriti, di materia, possono percepire soltanto la materia, nelle sue forme grossolane o sottili, ma per vedere ciò che è oltre ad essa, per risvegliarsi alla realtà interiore, profonda, per cogliere l'essenza dentro e fuori di noi, occorre ricevere la misericordia divina e dotarsi di altri occhi rispetto a quelli fisici.

Sono gli occhi dell'anima quelli che permettono di percepire nel relativo, e oltre ad esso, l'Assoluto, che possono cogliere l'eternità al di là dell'effimero, l'immortalità oltre la morte. La ricerca di se stessi rappresenta il substrato della meditazione e questo è confermato dalle grandi opere della Tradizione Indovedica. Anche numerosi altri autori, maestri di pensiero occidentali, hanno attinto dalla vastissima Cultura vedica strumenti, spunti e concetti per le loro dottrine e teorie: possiamo citare Carl Gustav Jung e la sua “individuazione di sé”. Individuare se stessi significa conoscere la nostra natura profonda, non limitarsi ad un livello superficiale e fallace quale quello della percezione sensoriale. In questo Seminario saranno forniti i fondamenti della meditazione, strumenti utili ed efficaci per il Counselor per imparare a stare nel qui ed ora, acquisendo consapevolezza e per orientare il cliente in un senso evolutivo.

Luogo: Toscana