Stampa
PDF

Obiettivi, sbocchi professionali e destinatari

La natura del rapporto di aiuto nel Counseling

Da una riflessione del Prof. Vincenzo Masini, Presidente della Libera università del Counseling:

“Il counseling non costituisce un indirizzo psicologico ma pedagogico, filosofico, sociologico, antropologico, umanistico ed è applicato nei settori più diversi della relazione sociale".

Il counselor opera mediante relazioni di affinità sociosolidale con il cliente; egli diventa ciò di cui il cliente ha bisogno al fine di sviluppare quelle dimensioni dell’umano ancora ignote o critiche, con l’obiettivo di sviluppare capacità relazionali e comunicative. Sono le relazioni che conducono l'essere umano a diventare persona e l'”umano” si sviluppa e diventa personalità laddove ci siano relazioni di affinità elettiva.

L’affinità elettiva sostiene relazioni di disponibilità, di dialogicità, di riconoscimento, di incontro, di mediazione, di complementarità e di integrazione.

La natura del rapporto di aiuto nel counseling verte sulle abilità relazionali che dispongono a tali modelli primari interumani. Il disagio che il counseling affronta nasce dalle esperienze e dai vissuti di relazioni oppositive, quali l’equivoco, l’incomprensione, l’evitamento, la delusione, l’insofferenza, il fastidio e il logoramento.

Quando i rapporti umani vengono imbrigliati all’interno di tali trappole relazionali l’evoluzione verso la costruzione di una personalità armonica è costretta in copioni ripetitivi e limitanti di comportamento.

Il counseling muove per l’innesco di processi di miglioramento e propone risposte articolate ma semplici ai problemi della vita delle persone che non trovano vie di uscita in metodi troppo accademici, strutturati e codificati. D’altro canto il counseling si pone anche come reale alternativa alle attuali spinte di relativismo etico che troppo spesso scivolano nella banalizzazione: dalle cure “fai da te” o alla magia passando attraverso una fitta rete di proposte “leggere” ma inconsistenti.

Obiettivi del Corso di Counseling Relazionale del CSB

  • Acquisire competenze relazionali di supporto e ascolto specifiche sulla base dei principi delle Scienze Tradizionali dell'India
  • Acquisire una consapevolezza valoriale, emozionale e motivazionale che orienti a costruire una vita di benessere e armonia
  • Maturare la competenza per intraprendere una professione nuova e di ampie prospettive mediante un approccio didattico e di apprendimento innovativo e stimolante
  • Apprendere metodi e processi per potere aiutare gli altri in modo efficace
  • acquisire una buona capacità di gestione delle relazioni intra- ed inter- personali

Sbocchi professionali

Gli ambiti lavorativi di applicazione del Corso di Counseling Relazionale del CSB sono diversificati, ed includono i contesti:

  • assistenziale: assistenza di malati disabili, oncologici e terminali
  • Scolastico-Universitario: indirizzando, sostenendo ed aiutando studenti nel loro percorso formativo e di dialogo con il corpo Docente
  • Interculturale: operando come mediatore interculturale con gruppi di stranieri o gruppi di culture differenti
  • Comunitario: all'interno di comunità che operano regolarmente oppure nel dialogo tra la Comunità e le istituzioni o l'ambiente esterno in generale
  • Familiare: nel fornire strumenti e principi per superare situazioni difficili e dolorose all'interno delle famiglie
  • Aziendale: per fornire una visione ed una prospettiva che aiuti a risolvere i conflitti in ambito lavorativo e a migliorare la capacità di leadership
  • Privato: nell'accompagnare e supportare una persona in difficoltà offrendo sostegno e ascolto

Destinatari

Tutti coloro che desiderano formarsi nell'ambito della relazione di aiuto o che desiderino costruire capacità relazionali e comunicative. La competenza acquisita potrà essere esercitata in ambito familiare, socio – sanitario, o in ruoli che comportino azioni formative ed educative. In particolare possono accedere al Corso:

  • Professionisti che operano nel contesto socio-sanitario (medici, innfermieri, operatori socio-sanitari, volontari, ecc.)
  • Professionisti che operano nell'ambito dell'Insegnamento sia a bambini che ad adulti
  • Professionisti che utilizzano la comunicazione come strumento di lavoro
  • Consulenti, Selettori del Personale, Formatori
  • Tutti coloro che, avendo acquisito una maturazione personale attraverso esperienze pregresse variegate, desiderino costruirsi una nuova professionalità.

Non è richiesta una laurea, ma un forte interesse per l'essere umano, la sua comprensione, la gestione delle emozioni e l'aspetto relazionale-spirituale.
Il Counselor, infatti, agisce in profondità sugli aspetti emotivo-spirituali delle persone e dei loro rapporti.