Teoria e pratica della meditazione per lo sviluppo delle capacità metacognitive: Comprendere le necessità del cliente nella relazione di aiuto (Il Sè e le sue maschere)

GENNAIO 2021

Ciò che caratterizza in modo rilevante la qualità di una relazione di aiuto, o anche semplicemente di una comunicazione, è la presenza, ovvero essere consapevoli nel qui ed ora del proprio e altrui sentire. Questo seminario entra nel cuore della meditazione secondo la psicologia e la spiritualità dello Yoga, con aspetti pratici, per comprendere l'importanza dello sviluppo delle capacità metacognitive (come l’intuizione, l’osservazione decentrata dei processi cognitivi/emotivi, lo sviluppo della presenza e della consapevolezza) che sono così essenziali, molto più delle tecniche di colloquio, per il counselor e per chiunque desideri avvicinarsi con consapevolezza ad una comunicazione efficace., per riscoprire l’essenza della relazione di aiuto, ovvero il sé oltre le sue maschere.
Infatti, un aspetto rilevante che rende efficace una comunicazione e più in generale una relazione di aiuto, è la capacità di percepire i bisogni profondi dell’altro, le sue necessità, che spesso si nascondono dietro ad “armature”, “difese” o “maschere” che si sono costruite nel corso del tempo per impedire di accogliere la profondità dell’esperienza, anche dolorosa; ciò non ha consentito di accedere alla componente più profonda e vera della personalità: il sé appunto. Nella Psicologia e Spiritualità dello Yoga viene detto molto esplicitamente: “Infine, lo stare del percettore [il soggetto, una volta estinte le vritti, le modificazioni mentali], nel suo reale sé. Altrove [altrimenti] identificazione con le forme evanescenti (vritti) [della propria mente]” (Yogasutra, I.3-4). È proprio l’identificazione con forme evanescenti, condizionamenti e errate identificazioni, la causa della costruzione di maschere, che impediscono di percepirsi e percepire l’altro in modo autentico e trasparente; quando si attiva questo sottile meccanismo intervengono proiezioni individuali, distorsioni, che sono la fonte principale di equivoci, incomprensioni, conflitti.
Nel corso di questo seminario, attraverso la partica della meditazione, impareremo a comprendere i bisogni giù profondi di se stessi e dell’altro, per instaurare una comunicazione ed una relazione efficaci, capaci di costruire relazioni evolute, che generano serenità ed ispirazione. Procederemo principalmente attraverso laboratori esperienziali , meditazioni guidate e condivisioni, alternando quando opportuno spiegazioni teoriche provenienti dalla Psicologia e Spiritualità dello Yoga.

In particolare saranno introdotti e sviluppati i seguenti argomenti:

  • significato e senso di metacognizione secondo la psicologia e la spiritualità dello Yoga (autosservazione, decentramento e gestione dei processi cognitivi ed emotivi)
  • il ruolo della meditazione nella formazione interiore di un counselor
  • Cosa significa “essere presenti” in una comunicazione ed in una relazione di aiuto
  • come praticare una meditazione efficacie
  • significato e senso del mantra per l’armonizzazione dei processi cognitivi ed emotivi
  • laboratori esperienziali di autosservazione, presenza e centratura



DATE E DOCENTI:

 29-30-31 Gennaio 2021 - Si svolgerà in modalità ONLINE per tutti i corsisti di tutte le sedi in modo da poter seguire da casa propria
DOCENTI:
Andrea Boni, Manola Farabollini, Tanya Zakharova e i tutor del percorso di formazione in Counseling

  • Visite: 877

Informazioni di contatto

  • (+39) 0587 733730
  • (+39) 0587 739898
  • (+39) 320 3264838
  • Via Manzoni 9/A, Ponsacco (PI)

Iscriviti alla Newsletter

Copyright © 2020 Centro Studi Bhaktivedanta, tutti i diritti sono riservati. P.IVA 01636650507 C.F. 90021780508
Informativa sulla Privacy e Cookoes