Un percorso che fa crescere, attraversando e superando il dolore

MARIA PROTOPAPA

Ho vissuto il Seminario di Settembre molto concentrata.
Quando partecipo ad un seminario vivo fortemente le esperienze relative ad un argomento trattato in esso.
Per esempio, mi è capitato di vivere la situazione riguardo lo schema che ha proposta Andrea Boni.
Lo schema descriveva che dai samskara (impressioni emotive profonde, radicate nella mente inconscia), attraverso una emozione prodotta da uno stimolo improvviso, come conseguenza della manifestazione dell’emozione non riconosciuta si manifestano perturbazioni nel corpo, riconoscibili come “ansia”.
Ora devo trovare il coraggio di raccontare cosa ho provato in merito a questo, visto l’argomento che tocca il mio vissuto più intimo.

Continua a leggere

NOI, SOSTENITORI DELL’INTENSITA’ DELLA VITA. Tra la pesantezza e la leggerezza

PAOLA DE PAOLIS FOGLIETTA

Nelle esercitazioni dei laboratorio durante i seminari di counseling, nelle triadi e nell’osservare i colloqui degli altri, ma soprattutto mentre ho una persona davanti che mi parla della sua crisi, sono arrivata a una conclusione. Per lavorare nelle professioni di aiuto o da psicoterapeuta bisogna essere “pesanti”. Ascoltare, fare delle domande, entrare dentro l’emozione, uscirne, rimanere stabile nel distacco emotivo, rimanere stabile nel campo emotivo della persona, non mollare, non fuggire, stabile, ancorato, non mollare, concentrato. Capite cosa intendo? Bisogna avere i piedi piombati, bisogna essere pesanti per rimanere lì con la persona, non leggeri.

Continua a leggere

Resoconto di metà percorso: appunti di viaggio dopo un anno e mezzo di formazione in counseling

PAOLA DE PAOLIS FOGLIETTA

A metà del cammino del corso di counseling è conveniente lasciare un feedback per capire a che punto siamo e cosa è successo (se è successo).
Ho iniziato il corso quando il pianeta Nettuno entrava in congiunzione con il mio Giove e Venere in Pesci e guarda caso questo aspetto planetario, a livello simbolico, indica una chiamata ad essere parte di un qualcosa di universale, di profondamente spirituale, di fusionale attraverso dei valori alti , superiori a ciò che di materiale o meramente umano esista. Insomma di trovare un nuovo senso alla vita.

Continua a leggere

Critico interiore: prodotto o servizio?

DANIELA GIRONI

Caro critico interiore,
come stai? Come ti senti dopo gli ultimi avvenimenti?
Durante l'ultimo seminario di formazione avanzata in counseling lo sai che abbiamo parlato di te? Si, sei stato il protagonista. Immagino che tu te ne sia accorto o forse no, tu non puoi più accorgertene perché non hai consapevolezza, se ne avessi non esisteresti.

Continua a leggere

Il critico interiore può diventare una guida

ALESSANDRA CORA'

“Sei sicura di essere all’altezza di scrivere una cosa del genere?”
“Certo che ne sono sicura, perché mi induci il dubbio?”
“Ma figurati… sai bene che c’è chi sa scrivere meglio di te…”
“No! Non è vero…. Ognuno ha le sue qualità e nel mio piccolo ci so fare….”
“Si… ecco… nel tuo piccolo… ma molto piccolo….!”

Continua a leggere

Telefono: 0587 733730
Fax: 0587 739898
Mobile: 320 3264838
Copyright © 2017 Centro Studi Bhaktivedanta - Tutti i diritti sono riservati